Villafranca, La Rosa >

0003

Testata: Giornale di Sicilia
Autore: Francesco Venuto
data: 24/04/1993
Pagina: 49

Villafranca, La Rosa < < Basta col Comune>>

VILLAFRANCA. (fv) Lo aveva lasciato intendere da un pezzo, ma erano in molti a dubitare che avrebbe preso effettivamente questa decisione. E invece mercoledì sera Santi La Rosa, Enzo come lo chiamano tutti, ha ufficializzato il suo proposito di non ricandidarsi alle prossime elezioni amministrative né come sindaco tantomeno come consigliere comunale di Villafranca Tirrena.
Lo ha fatto nel corso dell’ultimo consiglio comunale, dove ha ricostruito gli ultimi cinque anni di vita amministrativa che, sommati agli altri della sua prima elezione, fanno dieci anni consecutivi sulla poltrona di primo cittadino, con un crescendo di consensi. «Oggi dopo dieci anni da sindaco posso dire che un ciclo si è concluso -afferma La Rosa-. Sono consapevole di avere avuto il tempo di esprimere quanto era nelle mie possibilità e capacità, Avendo lavorato seriamente per raggiungere gli obiettivi che il contesto sociale e politico ci hanno permesso di ottenere».

Fuori dal palazzo, quindi, ma non dalla politica, un «vizio» che ha da più di vent’anni: era già consigliere comunale nel 1972, è stato anche consigliere provinciale. «ln tutti questi anni ho acquisito un bagaglio di esperienze che non andrà disperso -aggiunge La Rosa- continuerò ad essere presente ed attivo nella vita politica. Sono anche convinto che il mio successore, forte tra l’altro del sostegno popolare, dal momento che a giugno si voterà col sistema dell’elezione diretta, saprà finalizzare ed accrescere quanto fin qui è stato realizzato». Tra qualche giorno sarà ufficializzato, invece, il nome del candidato che la Democrazia cristiana intende proporre per la carica di sindaco, mentre domenica all’Hotel·Viola si terrà l’assemblea di uno degli schieramenti che si contrapporranno allo scudo crociato, e che probabilmente annuncerà il proprio candidato.
Francesco Venuto