Crea sito

Il sindaco di Lipari in visita in Australia dal 6 al 20 febbraio per incontrare gli eoliani emigrati

LIPARI– Messo a punto il programma del viaggio istituzionale del maggior Comune eoliano che si terrà in Australia da lunedi’ 6 al 20 febbraio. L’iniziativa è della giunta Bruno ed è stata sponsorizzata dall’assessorato regionale dell’emigrazione, al fine di favorire gli incontri con i circa 36 mila eoliani che vivono sia a Sydney che a Melbourne, tanto che l’Australia è considerata l’ottava isola delle Eolie.

E’ anche organizzata in collaborazione con le associazioni di eoliani in Australia con cui sono stati intrattenuti rapporti costanti e proficui con i concittadini emigrati. In modo particolare si punta a rendere omaggio a quanti hanno operato con sacrificio ed abnegazione, conquistando un posto nella società australiana senza dimenticare la propria origine e la propria appartenenza culturale. Il sindaco Bruno porterà la buona notizia che gli eoliani d’Australia quando faranno ritorno nella loro terra sui mezzi dell’Ustica Lines e della Ngi pagheranno come residenti e non piu’ come… turisti. In passato infatti piu’ volte avevano contestato l’anomalia.

Della delegazione del Comune di Lipari, oltre al sindaco Bruno, faranno anche parte il consigliere comunale Corrado Giannò, il presidente del circolo pensionati Giuseppe Gisabella, il cantore Angelino Merlino e lo chef Franchino Matarazzo che nel noto ristorante “Borsari” di Melbourne dell’eoliano Santino Trimboli farà gustare le tipiche pietanze della cucina liparota.
Nelle due settimane sono stati programmati una serie di incontri. A Sydney con l’associazione Isole Eolie e con la confraternita San Bartolomeo. Vi sarà la presentazione della mostra fotografica di Antonio Brundu dal tema “L’Arcipelago delle Eolie e le comunità eoliane del continente australiano”, la proiezione di documentari e seguirà un dibattito con interventi anche del presidente dell’associazione Felice Merlino.
E’ stata anche programmata la visita al consolato italiano di Sydney, vi sarà un incontro con l’ambasciatore Peter Woolcott, con circa 200 eoliani e la partecipazione ai festeggiamenti in onore di San Bartolomeo (che è il patrono anche in Australia), con l’intervento di circa ottomila persone di origine siciliana ed eoliana che seguiranno la processione del Santo protettore, un incontro al parlamento dello Stato di New South Walles, un incontro e uno scambio culturale con il sindaco e la municipalità di Canada Bay.
A Melbourne invece sono stati programmati incontri con la rappresentanza di eoliani, con l’associazione eoliani nel mondo della società Isole Eolie, incontri con autorità presso l’Eolian Hall di Carlton e anche a Melbourne è stata programmata la mostra fotografica di Brundu.

Bartolino Leone (Teleisole)