Crea sito

Roccalumera, C’è chi si lava i denti in pubblico

ROCCALUMERA – Vanno dal dentista ma non lo vogliono ammettere. E i tremilacinquecento abitanti di Roccalumera a Canale Cinque diventano protagonisti di un singolare caso di omertà. Così almeno racconta Loredana Di Bella, giovane e avvenente signora del centro jonico che l’altra notte, al Maurizio Costanzo show, ha sbandierato vizi privati e pubbliche virtù del suo ex marito e di tutta la cittadinanza.

In sostanza i pazienti del dentista Giuseppe Campagna, dal quale la signora Di Bella si è separata legalmente, si sarebbero rifiutati di testimoniare di essere stati in cura presso l’affermato professionista. Lo scopo era di dimostrare che l’ex coniugo eserciti tuttora attivamente la professione, per smentire una sentenza che invece lo riconosce ammalato di sclerosi multipla e quindi impossibilitato a lavorare.

La signora – secondo quanto ha affermato al teatro Parioli – si è vista ridurre gli alimenti da un milione e trecento mila lire, inizialmente pattuite meno di due ani fa, alle attuali quattrocento mila lire.

In pratica Loredana Di Bella, tentando di ripristinare il congrue tenore di vita cui era abituata, ha chiesto ai concittadini di dichiarare in tribunale che le abili mani del dottor Campagna avevano messo a posto la loro bocca.

Ma pare che a Roccalumera sia sempre in auge il detto che le mani in faccia le mette solo il barbiere, per cui tutti per amicizia o amor di pace, hanno preferito cucirsi la bocca.

Ma se i nottambuli hanno conosciuto Roccalumera come il paese della mafia dei denti, il dottor Giuseppe Campagna, raggiunto telefonicamente nel suo studio dentistico di via Nazionale, dopo una notte passata in bianco smentisce i contenuti dell’attacco televisivo dell’ex consorte che, tra l’altro, secondo quanto afferma l’odontoiatra, non sarebbe nuova ad episodi plateali.

«La signora è stata diffidata per aver fatto irruzione nel mio studio nella casa dei miei genitori, ottantenni, con i quali ha avuto una colluttazione rompendo pure il vetro di una finestra. In un ‘altra occasione – continua Giuseppe Campagna – ha tentato di investire con l’auto la mia convivente. Da quando siamo separati la mia vita è diventata impossibile, la mia immagine professionale è stata distrutta al punto di avere subito pure ritorsioni da parte dell’Ordine dei medici dentisti. Peraltro sulla mia vicenda familiare saranno i giudici a decidere, visto che la causa è ancora in corso. Le cose che la mia ex moglie ha detto in televisione sono del tutto infondate».

Ma la storia privata dal palco di Maurizio Costanze è diventata un «affaire» nazionale con il coinvolgimento dei cittadini di Roccalumera che poco hanno digerito le accuse di omertà lanciate sotto i riflettori da Loredana Di Bella, tra gli sguardi sornioni di Maurizio Costanzo e le perplessità di Francesca Casablanca, una spettatrice di Roccalumera casualmente presente al “Parioli” e che, per il solo fatto di essere originaria del centro jonico messinese, si è guadagnata la passerella finale.

4 gennaio 1992 – Francesco Venuto