Crea sito

Migranti, l’isola che c’è

POZZALLO – C’è un’isola che esiste e funziona come un orologio svizzero, tanto che «bisognerebbe esportare nel resto d’Italia il “Sistema Sicilia”». Lo dice il Prefetto di Palermo, Francesca Cannizzo, parlando dell’organizzazione per l’accoglienza dei migranti.

Leggi ancora

Scicli, la Chiesa di San Matteo restituita a cittadini e turisti.

Viaggio fotografico negli Iblei, tra bellezza e contraddizioni

Tramonto su Punta Secca

 

 

 

 

 

 

 

 

RAGUSA – Diario fotografico di una vacanza nella terra del commissario. Il Commissario Montalbano, ovviamente. Parlo di Ragusa e delle zone della sua provincia.

La prima tappa è stata a Marina di Ragusa, dove ho potuto godere di un meraviglioso tramonto davanti alla “casa” di SalvoMontalbano.

 

 

 

Leggi ancora

Castello di Bauso, XIII Settimana della cultura. Il vicesindaco De Marco: “Siamo soddisfatti per come stanno andando le cose”

CASTELLO DI BAUSO – (Villafranca Tirrena ME) Il vicesindaco del comune di Villafranca Tirrena, Matteo De Marco è soddisfatto dell’andamento delle manifestazioni relative alla XIII Settimana della cultura al Castello di Bauso.

“La ballata di Pasquale Bruno”, i Malanova rinnovano un mito che resiste da quasi due secoli

malanova

VILLAFRANCA TIRRENA – Un mito che resiste nel tempo, un gruppo musicale etnico che riscuote l’interesse delle piazze italiane, uno scenario da favola. Sabato 16 aprile, alle 18, nell’ambito della Settimana della Cultura al Castello di Bauso (vecchia denominazione di Villafranca Tirrena in provincia di Messina), i Malanova presenteranno l’anteprima de “La ballata di Pasquale Bruno”, un brano inedito (testo e musica di Pietro Mendolia) dedicato al brigante di Val Demone, discusso personaggio ottocentesco raccontato in un romanzo di Alessandro Dumas padre.
Lo scrittore francese, in un certo senso, ha internazionalizzato la storia di un personaggio conosciuto in tutta la Sicilia e nel Meridione

Leggi ancora

Nell’agrigentino tra riti moderni, sapori perduti e colori mozzafiato

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

AGRIGENTO – L’altra Agrigento, quella che non conosco, è dall’altra parte dei templi. Ho i bambini in macchina anche stavolta, loro sono fantastici perché vedono cose che a me oggettivamente sfuggono; ti costringono poi a fare soste ed esperienze che da solo non faresti mai.

Leggi ancora

Belice, breve viaggio nella memoria e nell’utopia

VALLE DEL BELICE (giugno 2005)– Avevo pressappoco l’età di mio figlio, che oggi ha nove anni, quando dalla tv in bianco e nero, un Mivar a valvole con due soli canali Rai, apprendevo che nel Belice c’erano state alcune scosse di terremoto.

Era il 1968, una domenica come tante (il 14 gennaio), ed era finito da poco il più classico dei pranzi domenicali: pasta al ragù e “falso magro”. Erano tempi in cui il resto del pomeriggio festivo si dedicava all’ascolto del “calcio minuto per minuto”: io avevo

Leggi ancora

Siracusa, nella zona stazione l’aria è pungente

sarausa

SIRACUSA – Avevo titolato “Turisti si, fessi no” un servizio di consigli utili per chi andrà in vacanza, pubblicato nei giorni scorsi da questo giornale telematico. Poi mi sono messo in viaggio pure io alla volta di una destinazione qualsiasi della Sicilia. Si è proprio così: a volte ho in mente una località, mi appunto su foglietti volanti i numeri di telefono degli alberghi, mi informo su tutto ciò che può offire al visitatore quel posto, mi assicuro di non esserci mai stato e poi mi guardo bene però dall’effettuare prenotazioni e passi che potrebbero diventare vincolanti.

Leggi ancora

John e Peppino, i due Bonica di Filicudi

37

peppino bonicaFILICUDI – Peppino era nato nel 1907, John dieci anni dopo. Peppino era rimasto a Filicudi, andando via solo quando, ormai ottantenne, ha dovuto seguire il figlio a Messina. Qui è morto nel 1999. John se ne era andato 5 anni prima, nella sua casa americana: la penna ancora in mano e gli appunti sulle sue ultime ricerche sparsi sulla scrivania.

Leggi ancora