Category Archives: Provincia di Messina

Dopo sei mesi di detenzione forzata ai domiciliari dichiarato illegittimo l’arresto del giornalista Enzo Basso

“Il fatto non sussiste”, prima assoluzione per il giornalista Enzo Basso

AGGIORNAMENTO 2 ottobre 2018- Ieri il giornalista Enzo Basso è stato assolto dai giudici del Tribunale di Messina “perché il fatto non sussiste” dall’accusa di “appropriazione indebita”. Basso in merito a questa accusa non ha mai ricevuto comunicazione.

MESSINA – Centosettantasei mattine, centosettantasei notti, chiuso tra le mura del proprio appartamento, niente contatti con l’esterno, tra le prescrizioni anche quella di non potersi affacciare dal balcone o ricevere una telefonata. Tutto questo sino ad oggi, quando è arrivata la notizia dal palazzo di giustizia che, senza equilibrismi linguistici, riferiva che “Quell’uomo, Vincenzo Basso, giornalista ed editore di Centonove, non avrebbe dovuto essere arrestato né tanto meno subire questo lungo isolamento forzato”. Insomma, abbiamo scherzato.

 

https://www.amnotizie.it/2018/10/02/assolto-il-direttore-di-centonove-enzo-basso/

https://www.imgpress.it/questa-e-la-stampa/messina-enzo-basso-assolto/

https://www.oggimilazzo.it/2018/10/02/caso-centonove-assolto-in-appello-il-giornalista-enzo-basso/

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2018/10/02/news/caso_centonove_a_messina_assolto_in_appello_enzo_basso-207964953/

https://www.98zero.com/1376923-assolto-enzo-basso-dallaccusa-di-appropriazione-indebita.html

Appropriazione indebita, assolto l’editore Enzo Basso

Live Sicilia – Caso Centonove a Messina Assolto l’editore Enzo Basso

 

Continue reading

Il parente che non ti aspetti

Arriva Internet, i siciliani nel mondo scoprono la possibilità di “viaggiare” alla ricerca delle loro radici

Villafranca Tirrena – “VillafrancaOGGI”, “I monfortesi”: sono i nomi di alcuni dei siti Internet, non commerciali, realizzati artigianalmente da associazioni culturali con l’obiettivo di riagganciare i concittadini emigrati dal proprio paese per cercare fortuna altrove. “I monfortesi”, il sito dei cittadini di Monforte San Giorgio, è l’ultimo nato in ordine di tempo, ed è ospitato gratuitamente da una società americana, la “Geocities”, che ha in linea più di un milione di utenti in tutto il mondo. La “Geocities” attraverso il computer si prefigge di fare del pianeta una sorta di città virtuale, e la microrealtà di Monforte San Giorgio adesso ne fa parte a pieno titolo. Monforte più di Villafranca Tirrena, dove da un anno esiste qualcosa di simile, allarga via filo il suo territorio comunale ai concittadini emigrati; anche se spesso si tratta dei figli e addirittura dei nipoti di chi è andato via dal paese: un espediente a costo zero per fare ritornare a casa la propria gente, una proiezione olografica ottenuta con l’ausilio di un modem e della tastiera. Specie per i siciliani, con la diffusione in tutte le case dei computers, non è lontano dalla realtà pensare che si assisterà al fenomeno Internet come a “Carramba che sorpresa” o “Chi l’ha visto”? Continue reading